Flumina Tour 2016 / iscrizioni aperte alle scuole dal 4 ottobre

Entriamo adesso nel periodo dell'anno in cui si intensificano (purtroppo) le notizie di danni collegabili al dissesto territoriale che viene messo in evidenza da fenomeni alluvionali e franosi, talvolta estesi e che interessano talvolta migliaia di persone. Quindi si può tranquillamente dire che (almeno per tre mesi l'anno) siamo nell'attualità. Perché il dissesto idrogeologico fa notizia proporzionalmente alle devastazioni ed ai lutti che provoca.

L'inizio ed anche l'intento educativo di base per affrontare tutto ciò potrebbe essere:

- proviamo a capire perché esiste il dissesto

- come possiamo fare per mitigarlo.

Flumina Tour offre una base di riflessione e di acquisizione di competenze che non ha attualmente uguali e di cui è stata ampiamente sperimentata l'efficacia. Si affida infatti a metodologie innovative, competenze speciali possedute dal proprio personale didattico, ad una vasta rete di istituti scolastici che annualmente ospitano le tappe del tour, condividendone le finalità didattiche ed apprezzandone l'efficacia nella formazione di competenze.

Spesso accade di farsi delle domande, eccone una molto popolare:

qual'è il mio miglior tipo di prevenzione nell'ambito della sicurezza idrogeologica?

Sicuramente un'amministrazione del territorio che preveda il rigido rispetto dei vincoli idrogeologici ed il monitoraggio da parte degli organi competenti delle situazioni di rischio, sia nelle aree interessate tradizionalmente da frane, sia nelle aree vallive prospicenti a corsi d'acqua grandi e piccoli. Per quest'ultima tipologia di rischio esiste addirittura un parametro che permette la valutazione del rischio: il tempo di ritorno delle alluvioni. Specie la prima è però una misura strutturale che non permette di sanare situazioni pregresse ed abusi perpetrati in passato; la sua efficacia è peraltro legata ad un'accorta attività di controllo amministrativa protratta nel tempo che non sempre viene attuata o per la quale non sono previste sufficienti risorse.

Molto può fare anche l'informazioni. Oggi in Italia esistono molte zone coperte da sistemi di allerta idraulica e da monitoraggio 24/7 sui movimenti franosi. Ma occorre che la popolazione sia adeguatamente formata e preparata ad eventi che in Italia sono tutt'altro che rari. Si è stabilito infatti che l'informazione sul rischio che si corre per queste cause presso la propria casa, ma anche al lavoro o a scuola è un'autentico salvavita che contribuisce ad abbattere drasticamente la mortalità collegata ad alluvioni, esondazioni, frane, valanghe e smottamenti. Le vittime infatti sono nella stragrande maggioranza dei casi, persone che non sono informate del rischio insito nel risiedere (o solamente stazionare) nelle aree a rischio durante gli eventi potenzialmente calamitosi e che non hanno ricevuto alcuna informazione su come comportarsi in caso di evento calamitoso. Purtroppo in questo campo in Italia siamo ancora molto indietro, ma con Flumina Tour speriamo di dare un importante contributo allo sviluppo di conoscenze e consapevolezze che possono realmente salvare vite.

Le iniziative di informazione sono per loro natura molto meno costose e permettono di raggiungere ampie fette della popolazione, specie nelle aree urbane e nei centri ed istituzioni presso cui si concentrano grandi quantità di persone (come scuole, ospedali, centri comunitari, aziende, pubbliche amministrazioni ed eventi temporanei ma intensamente frequentati).   L'obiettivo che si prefiggono è la formazione di una coscienza e di una consapevolezza che permetterà di evitare errori e comportamenti che possano, da un lato aggravare il rischio idro-geologico, dall'altro intensificare la probabilità di restarne vittime. Ecco come iscriversi

                

                                                 La locandina dell'edizione 2016-2017

 

Flumina Tour nel 2012 è stato premiato come progetto di educazione ambientale volto alla conoscenza del rischio idrogeologico dalla Presidente della Repubblica Italiana. Nell'anno 2016 è giunto alla sua 8a edizione, un importante traguardo di continuità che coincide quest'anno con il cinquantennio delle alluvioni che interessarono nel 1966-67 molte zone dell'Italia provocando danni molto estesi e molti lutti tra la popolazione.

Sono già decine di migliaia in tutta Italia gli studenti che vi hanno partecipato, e tra le istituzioni che hanno patrocinato l'iniziativa vorremmo ricordare il Ministero dell'Interno, il MIUR, l'ISPRA, la Regione Toscana, l'ANBI, il Comune di Firenze e molti altri enti territoriali preposti alla salvaguardia ambientale come i comuni ed i consorzi di bonifica.

Ecco come iscriversi

 Flumina Tour - Segreteria di progetto

 via Alessandro Volta 38 - Castelfiorentino

 tel. 392.0644612 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla templates by Joomlashine