Complici per San Martino... e ne cerchiamo tanti altri

User Rating:  / 0

Sostieni il restauro della fontana di San Martino sulla piattaforma di crowdfunding

  

Testimonial d'eccezione della campagna: lo chef Andrea Mainardi de "La Prova del Cuoco" RAI UNO

e l'austonauta italiano Luca Parmitano in forza all'ESA ed operativo sulla Stazione Spaziale Internazionale

   

  

   

 

 

 

Visita notturna alla Fontana di San Martino alle Fonti

User Rating:  / 0

La Nazione / 8 settembre 2015 - cronaca Empolese Valdelsa p.10

Fontane & Tabernacoli - 3 agosto 2015

lunedì 3 agosto 2015 - ricognizione e rilevazione nei dintorni di Castelfiorentino: scoperta una nuova fonte ed un nuovo tabernacolo di pregevolissima fattura, entrambi non presenti in nessuna serie cartografica. Nell'immediato conoscerli, censirli, documentarli significa salvarli spesso dalla distruzione e dall'oblio; in futuro significa preparare gli strumenti per restaurarli, salvaguardarli e valorizzarli in maniera intelligente. Effettuati i rilievi delle strutture di un area di circa 3Km quadrati: il nostro territorio non smette di regalarci belle sorprese in paesaggi incomparabili. ‪#‎CampagnediSalvaguardia‬

        

Per rimanere aggiornato sull'argomento, seguici anche sui social:

 Associazione Eta Beta onlus

 

 Eta Beta Onlus

Restauro della fontana di San Martino alle Fonti

Continua la raccolta fondi per San Martino alle Fonti ecco la situazione aggiornata ad a diciotto giorni dall'inizio:

Ecco su YouTube il video che presenta una buona causa

Fontane & Tabernacoli - 4 agosto 2015

martedì 4 agosto 2015 - il lavoro di questa giornata ha permesso di stabilire e conoscere un fatto apparentemente ovvio ma molto interessante: l'acqua delle sorgenti delle "terre alte" della Valdelsa sono state sempre scarse. Dalle colline l'acqua sgorga in rari punti e dove c'è è necessario utilizzarla al meglio.
Una importante fontana-sorgente da noi già conosciuta, era materialmente collegata con altre tre strutture più a valle che ne utilizzavano l'acqua per servire un piccolo centro abitato rurale posto a soli 5 Km da Castelfiorentino che in passato contava ben 70-100 abitanti stabili (secondo il periodo). ‪#‎CampagnediSalvaguardia

 

L'attività di ricerca sul campo, e quella di censimento, hanno permesso di collegare i pochi dati disponibili per ottenere conoscenza, non ultima la scoperta di tre strutture di distribuzione dell'acqua (fontane-lavatoi) non presenti in nessuna cartografia conosciuta.

RIFLETTENDO...
Oggi l'acqua potabilizzata si utilizza immediatamente per scolmare gli escrementi dal water (!) questa acqua viene inquinata e diventa un grave problema sanitario giacché gli organismi patogeni vi si sviluppano ottimamente ed è necessario conferirla prima possibile, con costose condotte fognarie, verso i centri di depurazione (ancora più costosi).
Sarebbe necessario un ripensamento nell'utilizzo di questa risorsa preziosa (e costosa): usare l'acqua sanitaria già impiegata, ma ancora utilizzabile per altri cicli d'uso in cui essa risulti ancora idonea (ad esempio irrigazione del giardino, sciacquone e poi biodepurazione.. per poterla rimettere nel ciclo dell'acqua con tranquillità) è un marchio distintivo di civiltà.

Mantieniti aggiornato sull'argomento. Seguici anche sui social:

  Associazione Eta Beta onlus

 Eta Beta Onlus