NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

La prima tappa in Padule, la più grande zona umida d'Italia, ha visto la complessiva partecipazione in sicurezza di circa 130 alunni delle classi seconde e terze della scuola secondaria di 1° grado Don Cecchi dell'Istituto Comprensivo "Don Lorenzo Milani" di Ponte Buggianese (Pt). Perché la scuola in presenza è un valore di resilienza a cui non si può rinunciare e ci vede tutti in prima linea, con la consueta professionalità e quel tanto di spirito di sacrificio che richiede il fare degli intervento in sicurezza. La conoscenza di questo angolo di paradiso e della sua storia millenaria è un valore da incoraggiare per tutti i cittadini, anche e soprattutto per il ragazzi che più di tutti soffrono le restrizioni decretate a seguito della pandemia. La scuola e le sue attività devono continuare.

  

Prestissimo saranno effettuate anche le uscite previste, non appena sarà possibile, in accordo con le norme restrittive di una Toscana nuovamente in zona gialla.

Nuova tappa da domani 14 gennaio a Larciano, presso l'Auditorium della scuola media.