NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Con l'arrivo della primavera e della bella stagione Indeciso,  sono diverse le iniziative che si possono svolgere all'aria aperta. Una delle più richieste è la possibilità di venire all'orto didattico a conoscere da vicino le nostre piccole amiche api. 

Circa 200, sono stati i bambini e le bambine delle classi dell' IC di Castelfiorentino, che quest'anno, accompagnati dalle loro insegnanti hanno partecipato al progetto "Il miele e le api". 

Osservare da vicino le api e comprenderne il loro affascinante mondo, l'organizzazione perfetta di un alveare e la suddivisione dei compiti da parte delle circa 50.000 api, ha permesso ai bambini imparare a conoscerle e di comprendere l'importanza che gli insetti impollinatori, come le api hanno per la diffusione e per la sopravvivenza del mondo vegetale e non solo. 

Educare al bello, educare al rispetto della natura, educare per il mantenimento della biodiversità animale e vegetale è uno dei principali obiettivi dell'Associazione Eta Beta.

Si ringraziano tutti i bambini che hanno partecipato e tutte le insegnanti che hanno collaborato per la riuscita dell'iniziativa. 

  

   

Si è concluso anche il progetto Flumina Tour a Sesto Fiorentino inserito nel programma "La Valigia delle Idee" e promosso dal Comune di Sesto Fiorentino.

Hanno partecipato al progetto 3 istituti comprensivi; 10 classi tra le scuole primarie e le secondarie di primo grado, 25 /30 insegnanti tra laboratorio interattivo Flumina e le uscite didattiche sul territorio. Durante il laboratorio didattico interattivo Flumina i ragazzi hanno imparato e sperimentato fenomeni legati alla geomorfologia e alle conseguenze dovute all'antropizzazione del territorio. Durante l'uscita didattica sul torrente Rimaggio i ragazzi hanno potuto conoscere meglio il territorio di appartenenza e osservare direttamente alcuni fenomeni osservati in classe. 

Si ringrazia il Comune di Sesto Fiorentino, tutti i ragazzi che con curiosità e interesse hanno partecipato agli incontri e tutti gli insegnanti che attivamente hanno collaborato e reso possibile lo svolgimento del progetto.

   

    

  

 

"Le età e i supporti della scrittura" è un progetto di Eta Beta APS che anche quest'anno ha visto le bambine e i bambini della classe IV della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo di Castelfiorentino plesso Roosevelt impegnati alla scoperta della nascita della scrittura, soffermandoci in particolare sulla scrittura cuneiforme (nelle sue diverse fasi)  e sulla scrittura geroglifica. 

Per parlare di scrittura e della sua nascita bisogna partire dalla storia dell'uomo, dalle sue capacità intrinseche e dalle sue necessità estrinseche. La sua abilità è stata quella di inventare un sistema, intuitivo e semplice che gli ha permesso di registrare e di annotare anche grandi quantità di oggetti utilizzati nella vita quotidiana. 

Ha assegnato valori ad oggetti semplici e li ha trasformati in chiavi di lettura per pochi. Ha usato come supporto, l'argilla; un materiale presente e adatto per essere inciso facilmente con il bastoncino a forma di cuneo. 

Ha inventato dei segni che sono diventati pittogrammi, li ha girati, trasformati e semplificati. 

Ha inventato dei segni che sono diventati ideogrammi, li ha uniti e arricchiti di significato. Ha usato del materiale vegetale; il papiro più facile da piegare e trasportare. 

E infine ha preso questi segni e gli ha dato un suono. Ecco questo è quello che è stato capace di fare l'uomo:

ci ha insegnato a scrivere!

Si ringraziano tutte le insegnanti che hanno collaborato attivamente alla realizzazione di questo progetto. 

 

 

      

   

 


 

 

Si è concluso il progetto "La tecnica della carta fiorentina e la fabbricazione della carta fatta a mano" inserito nel programma di "Le Chiavi della Città" promosso dal Comune di Firenze. 

Il progetto ha coinvolto  4 istituti scolastici, circa 500 tra bambine / i e ragazze / i e 50 insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della città di Firenze. 

Tutti gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti e ciascun partecipante nell'arco di due incontri ha potuto "toccare con mano" e trasformarsi in un apprendista artigiano, impegnato nella fabbricazione della carta fatta a mano e nella sperimentazione della decorazione con la tecnica della carta fiorentina. 

Il risultato è stato, almeno per noi, quello di vedere i piccoli e grandi ragazzi impegnati nella creazione di qualcosa di unico, irripetibile e speciale per ciascuno di loro; vedere nei loro occhi lo stupore di come la meraviglia dei colori miscelati insieme si trasformano in disegni fantastici dalle mutevoli forme.

Il riciclo, la manipolazione, la sperimentazione, la creatività, l'unione delle competenze apprese e la passione, hanno creato un piccolo e personale capolavoro. 

Ringraziamo il Comune di Firenze e tutti gli insegnanti coinvolti che ci hanno scelto e sostenuto in questo progetto!

Articolo sulla pagina Facebook dell'Istituto Comprensivo Gaetano Pieraccini di Firenze, uno degli istituti che hanno partecipato al progetto. 

Video realizzato dalla professoressa  Migheli, che ringraziamo, con le riprese fatte durante il laboratorio in classe.

 

Si è concluso - nelle scuole Acciaiuoli e Dino Compagni della città di Firenze - il progetto sulla "Carta fiorentina" ideato da Eta Beta APS e incluso nel programma di "Le Chiavi della Città" e promosso dal Comune di Firenze. 

Il laboratorio articolato in due incontri ha visto impegnati circa 300 ragazze e ragazzi sia nella fabbricazione della carta fatta a mano per la realizzazione di un piccolo libretto, sia nella decorazione della sua copertina con l'antica tecnica della carta fiorentina. 

Circa 100 i bambini delle classi IV della scuola primaria Acciaiuoli, circa 200 i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, classi I e III della Dino Compagni di Firenze. 

Nel secondo incontro, quello della decorazione, ciascun partecipante utilizzando colori, fantasia e creatività ha trasformato un semplice foglio anonimo, in una degna copertina arricchita da un'esplosione di colori miscelati e abilmente modellati dalle sapienti mani dei ragazzi che per una mattina hanno indossato i panni di un artigiano fiorentino.  

Si ringraziano tutti gli insegnanti e i professori attenti e partecipativi per la loro simpatica e gradita collaborazione.

      

      

 

 

Joomla Templates by Joomla51.com