Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. 
Chiudendo questo banner o cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookies.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta ed acconsente all'uso dei coolkies. Per saperne di piu'

Approvo

 

 

           

Sabato 9 aprile dalle 16:00 alle 18:00 si è svolto l’ultimo appuntamento in calendario del ciclo

di attività “I custodi e le convenzioni del tempo: il Capodanno dell’Annunciazione oggi”. Gli

incontri sono stati organizzati con il contributo del Consiglio regionale della Toscana e hanno

ottenuto il patrocinio del Comune di Castelfiorentino. I partecipanti, principalmente anziani,

sono stati invitati a condividere gli aneddoti e le conoscenze sulle strutture incontrate lungo il

percorso: abbiamo creato una passeggiata partecipata alla riscoperta dei tabernacoli e dei

racconti dei protagonisti sulla vita di Castelfiorentino, chiamati a interpretare il ruolo di “custodi

del tempo”. In punti strategici della camminata sono state mostrate foto storiche che hanno

suscitato ricordi e curiosità. Le testimonianze dei protagonisti saranno rielaborate in una agile

pubblicazione, insieme ai materiali prodotti nelle altre attività realizzate nell’ambito dello stesso

progetto. #CapodannoAnnunciazione

 

              

 

 

 

 

   Mercoledì 13 aprile abbiamo organizzato una caccia al tesoro per la

   seconda elementare della scuola Roosevelt. Seguendo degli indizi,   

   le bambine e i bambini, divisi in tre gruppi, hanno riscoperto

   Castelfiorentino attraverso tappe posizionate in punti importanti

  della città. È stata un’occasione importante per imparare

  all’aria aperta alcuni personaggi  della storia della città . Lungo il percorso, abbiamo

  casualmente incontrato il sindaco Falorni, a cui i cittadini del futuro hanno posto delle domande

  sull’edilizia storica della città.

  Ci  auguriamo  di aver instillato nei piccoli partecipanti la curiosità sul territorio.

  Un ringraziamento va alle maestre Tatiana ed Eleonora della classe che hanno collaborato con

  noi.

 

                      

Nel 1749 Francesco Stefano di Lorena spostò l’inizio dell’anno civile in Toscana dal 25 marzo, giorno dell’Annunciazione, al 1° gennaio. Per ricordare questa particolarità, nel 2015 il Consiglio Regionale della Toscana ha istituito la ricorrenza del “Capodanno dell’Annunciazione”. Quest’anno proponiamo tre appuntamenti, realizzati con il contributo del Consiglio Regionale della Toscana, per ragionare e scoprire insieme le convenzioni del tempo e il patrimonio culturale di Castelfiorentino: Giovedì 7 aprile ore 17:00-18:30. Storia di fonti e di archivio visita guidata e laboratorio 6-12 anni. Sabato 9 aprile ore 10:00-12:30 I misteri del tempo laboratorio didattico con merenda per bambini 6-12 e famiglie ore 16:00-18:00. Passeggiata raccontata nel centro storico, aperta a tutti.

 Per partecipare alle iniziative gratuite è obbligatorio prenotarsi a:

Posti disponibili ad esaurimento.

Per ulteriori informazioni:

 

#CapodannoAnnunciazione  

 

           

 

 

  

Il 6 e il 7 aprile le bambine e i bambini di seconda e terza della scuola elementare Roosevelt hanno partecipato al laboratorio “La fabbrica dei racconti”. Il laboratorio si articola in due incontri: il primo prevede la realizzazione di fogli di carta riciclata e il secondo la creazione di una copertina marmorizzata, entrambe le cose realizzate con antiche tecniche artigianali. Alla fine dell'esperienza le alunne e gli alunni assemblano un piccolo libro in cui racchiudere le loro storie e i loro disegni. Ringraziamo particolarmente le maestre Lina, Carla, Tatiana ed Eleonora.

     

"La fabbrica dei racconti" è un progetto didattico ludico interattivo che l'associazione Eta Beta porta da anni in tutte le scuole italiane.

Dal 7 al 14 marzo il progetto è stato attivato presso l'Istituto scolastico IOMS G. Verdi di Milano.

Durante lo svolgimento del progetto si è parlato di sostenibilità ambientale e di riciclo di carta; materiale usato anche in ambiente scolastico per disegnare, scrivere e creare. Un gioco fantasioso e interattivo dove i bambini delle classi della scuola primaria, hanno potuto finalmente immergersi in un laboratorio creativo a tutto tondo. Obiettivo divertirsi e imparare a creare tanti fogli di carta riciclata per comporre un quadernetto realizzato con metodi artigianali.

Complici tre componenti di Eta Beta, Alessandro, Elisabetta e Ilaria, e gli insegnanti che hanno partecipato. Un ringraziamento particolare a Roberta e alla dirigente scolastica che più volte ci è venuta a trovare e sostenere, ai genitori che insieme hanno realizzato la stanza di arte utilizzata durante il laboratorio didattico, ai collaboratori scolastici Valentina e Carmine che carinamente ci hanno aiutato e supportato in tutti i modi, ma soprattutto a tutti i piccoli partecipanti che con il loro entusiasmo e la loro fantasia hanno reso questo laboratorio “La Fabbrica di Racconti”.

 

      

      

   

 

 

Joomla Templates by Joomla51.com